Menu

#Le Testimonianze - Marco Rizzo

14 febbraio 2014
Igea Marina - Auditorium scuola "A. Panzini"

image description - Giorgetti: "Sicurezza urbana e legalità sono due assi portanti delle politiche portate avanti dall'Amministrazione: da sottolineare il nostro impegno attivo nel Fisu (Forum italiano sulla sicurezza urbana), ed in qualità di segreteria organizzativa dell'Osservatorio Provinciale sulla criminalità organizzata; è fondamentale promuovere nelle giovani generazioni la conoscenza dei fenomeni mafiosi affinchè germogli una vera cultura della legalità."

Si svolgerà venerdì 14 febbraio, a partire dalle ore 8.30 presso l'auditorium della scuola "A. Panzini", una mattinata di studio aperta agli studenti delle classi prime medie degli istituti Comprensivi Scolastici di Bellaria ed Igea Marina: sarà ospite per l'occasione il noto giornalista ed editor per Panini Comics, Marco Rizzo, autore insieme a Lelio Bonaccorso di un volume illustrato dedicato alla lotta alla mafia, dal titolo "L'invasione degli scarafaggi. La mafia spiegata ai bambini".

L'iniziativa è inserita nelle attività di Stop Blanqueo, inchiesta giornalistica indipendente per riflettere su metodi e strumenti utili al contrasto alla criminalità organizzata in àmbito economico. Stop Blanqueo è un progetto promosso da Provincia di Rimini, Associazione Ilaria Alpi, Comune di Bellaria Igea Marina e Unioncamere Emilia Romagna, in collaborazione con l'Osservatorio Provinciale sulla criminalità organizzata e per la diffusione di una cultura della legalità.


L'idea di raccontare un fenomeno così delicato attraverso storie a fumetti nasce dall'esigenza di promuovere un'esperienza diversa e diretta di conoscenza tra le generazioni più giovani. Come spiega Marco Rizzo, per rendere il racconto efficace e coinvolgente "non ho preparato una vera e propria sceneggiatura: "L'invasione degli scarafaggi" è un libro illustrato con degli "innesti" di fumetto. Quindi ho scritto un racconto, e passo passo intervenivo sul testo estrapolando le scene più significative. Poi le ho descritte, inserendole nel racconto e passando il tutto a Lelio. Ho giocato con le metafore. Al di là della presenza di animali antropomorfi, mettiamo in parallelo la mafiosità quotidiana di un microcosmo come una scuola, con bullo e vittime, con quella di un piccolo centro, che potrebbe essere dovunque e in qualunque tempo, sottomesso da boss e criminali."
Nel racconto del giornalista trapanese ci sono proprio tutti gli ingredienti che rendono possibile la drammatica proliferazione del fenomeno mafioso, compresa la presenza di persone che con il loro silenzio ne contribuiscono alla diffusione. Con Marco Rizzo, gli studenti della nostra scuola, avranno modo di apprendere che, proprio come fa il coraggioso Alberto de "L'invasione degli scarafaggi", quella malattia della società si può e si deve combattere.

"Sicurezza urbana e legalità sono due assi portanti delle politiche portate avanti dall'Amministrazione Comunale di Bellaria Igea Marina", spiega l'Assessore alla Scuola Filippo Giorgetti. "Vorrei ricordare il nostro impegno attivo nel Fisu (Forum italiano sulla sicurezza urbana), espressione italiana del Fesu (Forum Europeo sulla sicurezza urbana), in qualità di unici iscritti della Provincia di Rimini: il nostro è un impegno riconosciuto a livello regionale e locale, non a caso lo stesso Osservatorio Provinciale sulla criminalità organizzata e per la diffusione di una cultura della legalità, ha la sua segreteria organizzativa proprio a Bellaria Igea Marina. Un impegno che passa anche attraverso la formazione e la sensibilizzazione dei nostri ragazzi, per promuovere nelle giovani generazioni quella conoscenza dei fenomeni mafiosi che è fondamentale affinchè cresca la cultura della legalità e l'educazione alla legalità. Con la mattinata di venerdì anticipiamo le celebrazioni della Giornata della Memoria e dell'Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie (il prossimo 21 marzo), una data che dal 1996 ad oggi celebra il coraggio di tutti coloro che hanno saputo opporsi: abbiamo voluto sfruttare la possibilità", conclude, "di avere con noi un grande giornalista, che saprà parlare ai nostri alunni partendo da una prospettiva originale ed efficace."

FOTOGALLERY EVENTO